SMETTERE DI FUMARE

Scritto da 

Se hai deciso di smettere di fumare e stai leggendo questo articolo, quasi sicuramente hai già provato diverse strategie.

E forse sei una di quelle persone che con tanta forza di volontà hanno smesso ma, ahimè, hanno anche ripreso, forse anche più di prima.

Con il risultato che oltre a fumare di nuovo, provi anche un forte senso di frustrazione.
E proprio questa frustrazione alimenta il tuo bisogno della sigaretta....

E questo meccanismo ti fa provare, nella migliore delle ipotesi, un senso di rassegnazione.
Sicuramente lo stress non fa che aumentare, con il risultato di......delusione e stress che a loro volta causano l'effetto ..... fumare ancora di più.

Ok, prima cosa:
NON COLPEVOLIZZARTI.
Un buon dialogo interiore è alla base della gestione dello stress.
Seconda cosa:
cerca di interiorizzare bene questo concetto:
NON E' LA DIPENDENZA DA NICOTINA CHE TI LEGA ALLA SIGARETTA.

In realtà, la nicotina poco ha a che vedere con l'assuefazione al fumo infatti, secondo gli esperti, dovrebbe essere sparita dal corpo dopo alcuni giorni di non assunzione.
Allora come spiegare le "ricadute" a distanza di anni?
E se queste ricadute in genere sono legate a momenti particolari, forse la spiegazione è altrove....

E ora ascolta bene:
La dipendenza dalla sigaretta, è legata alle emozioni.
E se ci ripetiamo che vogliamo e possiamo fare a meno di questa nostra amica a livello conscio, sicuramente saremo in grado di smettere con più o meno sforzo e con tanta forza di volontà.
Ma se non convinciamo anche il nostro subconscio effettivamente vogliamo, possiamo, siamo in grado, meritiamo, di essere un non fumatore, la sigaretta, proprio come una subdola amica, rientrerà prepotentemente nella nostra realtà approfittando del nostro primo momento di debolezza e di vulnerabilità.

Ed è sempre per lo stesso motivo che a volte sostituiamo il fumo con cibo, dolci, o qualcos'altro soddisfi il nostro "Bisogno".

Il fumatore ha sviluppato delle sinapsi in base alle quali risponde quasi istintivamente a una sollecitazione emotiva accendendo la sigaretta e cercando nel gusto, nella gestualità, ecc. la compensazione allo stress.

Con l'EQUILIBRIO EMOZIONALE andiamo ad individuare le emozioni collegate al bisogno di fumare, rimuovendo le sinapsi che si attivano al manifestarsi di tali emozioni, sostituendole con nuove, potenzianti.
E tutto questo è possibile in tempi brevissimi, senza sacrificio, senza surrogati.

Siamo così certi del risultato che ci sentiamo di offrirti la garanzia "soddisfatto o rimborsato".

Per saperne di più scrivici a 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Devi effettuare il login per inviare commenti